mercoledì 5 dicembre 2012

Ninja contro alieni


Che il cinema orientale sia una continua fonte di meraviglie non ci sono dubbi. Basterebbe la Trilogia della vendetta di un certo Park Chan-wook per fugare ogni dubbio, oppure la schizofrenia creativa di Takashi Miike, Shinja Tsukamoto o Sion Sono. Per non parlare poi dell'elegante formalità di Kim Jee-woon o della straziante poetica di Kim Ki-duk. I vecchi classici invece possono proporci un maestro assoluto come Akira Kurosawa, per non parlare dei maestri dell'animazione... quindi sì, queste piccole basi [ammetto di non essere un esperto di cinema orientale, pur facendo la voce grossa in merito] possono far partire con estremo ottimismo verso un qualsiasi prodotto proveniente dai paesi del Sol Levante. Poi uno vede questo Ninja contro alieni, e allora...

La trama si può riassumere in pochissime righe. In un mondo non ben specificato un'asteroide di fuoco rilascia degli strani alieni, capaci di usare gli uomini come incubatrici per i loro cuccioli, oltre che di prendere il controllo mentale di questi sventurati. Toccherà a quattro ninja affrontare questa pseudo-titani-ca battaglia.

Se non altro possiamo dire che questa pellicola è dotata di una certa coerenza. Già dal titolo è possibile comprendere come questo surrogato del divertimento targato Seiji Chiba voglia andare a parare, ma non potevo immaginare che l'eccesso fosse così, così... eccessivo. Prodotto molto trash già dal titolo, che quindi all'epoca solleticò la voglia di visionarlo mia e di un mio sventurato amico, intenzionati a fare quella che era una serata all'insegna della schifezza alimentare e intellettuale. Ma anche ciò che si guarda in questo genere di serate tutte pizza e birra ha un limite, e questo film lo supera in moltissimi punti. La cosa fastidiosissima e già evidente fin dai primi secondi di visione sta nel fatto che Chiba parrebbe essere cresciuto col tipico immaginario del ragazzino nipponico medio, e infatti tutto quello che qui viene presentato sembra estratto da un anime o da un videogame, cosa che se per un Miike può essere vincente qui si rivela solo e unicamente dannosa. Sarà magari anche un doppiaggio effettuato dai più conosciuti doppiatori Mediaset, ma proprio non sono riuscito a digerire certi passaggi troppo cartooneschi, sia nella messa in scena che nelle movenze. Prodotto spazzatura fino al midollo, che non si sforza di avere una qualche originalità né nel plot che nella descrizione dei personaggi, tutti davvero ridicoli e per nulla memorabili che si presentano col bellone irruento, la figona sottovalutata perché donna, il ciccione idiota e il tizio ombroso e misterioso. Se Naruto fosse film live-action, probabilmente questo ne sarebbe la bruttissima copia. Anche il mostro da combattere è palesemente ridicolo, oltre che presentare una fattura molto casereccia che non si vergogna di mostrare come alle volte i tre eroi principali debbano combattere con delle creature di plastica. A questo poi aggiungiamo una CGI davvero pessima e inguardabile e il gioco è fatto! Si potrebbe andare avanti all'infinito a citare i difetti che questa fiera dell'ignoranza e dell'ottusità presenta nel proprio svolgimento, ma non ne varrebbe manco la pena, e non si può manco usare la scusante che tale ciofeca sia costata solo 600.000 dollari. Se anche le cose volutamente trash possono avere un fascino, qui proprio non l'ho scorto, anzi, l'ostentata stupidità sono arrivato a trovarla davvero fastidiosa e irritante proprio perché palesata all'inverosimile. L'idiozia è un male e va combattuta in certe maniere, non omaggiata eccessivamente. E questo film pecca anche nel divertimento, perché tutto il trasporto emotivo che poteva presentare un Ed Wood è totalmente assente, e viene da chiedersi a che cazzo stava pensando Chiba mentre stava 'lavorando' a questo 'film'.

Forse alcuni potranno anche gradirlo, ma a mio parere va totalmente trascurato a priori. Se non altro raggiunge tali livelli di bruttezza da rimanere impresso nella memoria, e dopo questa visione ogni film [a parte quelli di Moccia] parranno più belli.



Voto: 

Nessun commento:

Posta un commento

Ragazzi, mi raccomando, ricordiamoci le buone maniere. E se offendete, fatelo con educazione U.U