martedì 17 dicembre 2013

Esce il mio libro!


Insomma, si fa il grande passo. Ovvero, passo dallo scrivere cazzate su un blog a scrivere cazzate per una casa editrice. Ebbene sì, avete letto bene, una casa editrice. Perché, casomai vi siate persi i miei aggiornamenti fatti qui o su Fermo alla partenza, oggi esce negli store digitali il mio libro.
  Storia di uomini invisibili è stato scritto due anni fa, nel 2011, quando ancora lavoravo in una fabbrica di medicinali per maiali. Poi non mi rinnovarono il contratto, ma ebbi l'occasione di entrare nella scuderia della Raiju Software come sceneggiatore di videogame per un progetto che non andò mai a realizzarsi. Da lì in poi ne ho fatte di tutte i colori, ho iniziato a recensire film per vari siti ed a fare addirittura le vignette dei Googes per il magazine di Mistero, ho conosciuto lo sceneggiatore di Romanzo criminale che mi ha permesso di incontrare Marco Caselli, mio coetaneo che ha illustrato la copertina che potete vedere tutti qui sopra e col quale spero di riuscire a pubblicare una graphic novel. Insomma, rimandavo sempre il fantomatico momento in cui inviare il tutto a un editore, perché prima volevo "farmi il curriculum".
  E intanto il libro stava lì.
  Il classico libro nel cassetto, perché era proprio in un cassetto che stava.
  E ci rimase per un bel po', quasi due anni. Poi però venne uno strano periodo nel 2013, un periodo di stasi, nel quale mi ritrovavo senza un beneamato cazzo da fare. E quando non sai cosa fare, finisce che ti ingegni. Improvvisamente mi ricordai che Storie di uomini invisibili era sempre al solito posto, così come lo avevo lasciato. Gli errori di battitura e le varie modifiche erano tutte segnate, quindi doveva solo essere corretto.
  Passai qualche settimana immerso di nuovo in quelle pagine che avevo abbandonato fino a che non fui pienamente soddisfatto.
  E quindi lo inviai.
  Furono quelli della Nativi Digitali edizioni i primi (ed i soli) a rispondere, e quindi è grazie a loro che oggi potete leggere questo libro. O per colpa loro, fate vobis.

Comunque sia, questa per me è stata una piccola ma magnifica avventura, e spero che vogliate condividerla con me, almeno un poco.
  Casomai vogliate, potete acquistare il libro QUI. Per sapere di cosa parla, invece, basta andare QUI, e per capire come leggerlo basta andare DA QUESTA PARTE. Se invece non leggete, non posso far altro che mandarvi a QUEL POSTO.

25 commenti:

  1. Risposte
    1. Fai un regalo bellissimo anche a me, così ^^'

      Elimina
  2. Complimenti ed in bocca al lupo ;) un giorno proverò anch'io a scrivere un libro, aspetto l'ispirazione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto solo di poterlo leggere, allora :)

      Elimina
  3. Intanto complimentoni, per la gavetta e per il traguardo!
    Al momento, mi prenoto un viaggio di sola andata per QUEL POSTO, visto che sono ancora una delle poche senza e-reader, ma appena ne avrò uno il tuo libro sarà uno dei miei primi acquisti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, a quel posto no. Sei gnocca e leggi pure, quindi sei una gran donna a prescindere u.u e il fatto che ipotizzi di avere un e-reader in futuro ti fa acquistare punti ;)
      Per il resto... grazie per i complimenti :D

      Elimina
  4. cavolo tantissimi complimenti e un grande in bocca al lupo fratellone ;-)

    Anche io in paio d'anni fa ho pubblicato un libro, beh più che libro era un racconto breve, una cagata cmq XDXD
    Ora ne sto scrivendo un altro, ma questo sto cercando di farlo meglio e far si appunto che sia un romanzo e non un raccontino di manco 100 pagine :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Waaaah... ma non lo sapevo!
      Non vedo l'ora di leggerlo. E dimmi anche del primo racconto!

      Elimina
    2. è un raccontino slasher del cacchio, mi son ispirato a un po a Venerdì 13 e un po a Non aprite quella porta, cmq in caso volessi ordinarlo puoi farlo qui

      http://www.lafeltrinelli.it/products/9788891015365/La_foresta/Braccioni_Fabio.html

      anche io come la nostra amica babol non ho l'e-reader purtroppo. il tuo libro non esce anche in versione cartacea?? io sono un old school XD

      Elimina
    3. Purtroppo no, è una casa indipendente e per ora può permettersi solo il supporto digitale. Il tuo libro comunque ora me lo segno u.u

      Elimina
    4. capito;-)
      Ti ringrazio di cuore, ma cmq sappi che è proprio robetta, tra l'altro quei pirla de Il miolibro col quale son riuscito a farlo editare lo hanno stampato con caratteri piccolissimi dal momento che l'han stampato come tascabile, tocca mettersi otto lenti di ingrandimento per leggerlo XD
      Il prox libro non lo faccio uscire con ilmiolibro, chiederò aiuto ad un mio amico di Roma che ha stampato il suo saggio su Freddy Krueger con Universitalia. Sempre che riesca finire sto libro, son mesi che ci lavoro e ho scritto si e no 30 pagine, son proprio una schiappa XD

      Elimina
  5. Apperò :O
    Complimentoni! Ultimamente sto scoprendo che ci sono un sacco di scrittori in erba tra i miei contatti, è un virus, di quelli buoni! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente un buon virus, che dire. Grazie mille per i complimenti <3

      Elimina
  6. Uno dei grandi pregi della rete è che oggi ognuno può coronare il proprio sogno di scrivere molto più facilmente rispetto a prima. E questo è un gran bene in un paese che ha tanto bisogno di cultura. Ti faccio i complimenti, davvero. Chapeau!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo a fare i complimenti, magari ho scritto una delle più grandi cazzate del secolo XD comunque grazie mille!

      Elimina
  7. E-compliments.

    Quando passi al cartaceo fischiami che ti acquisisco. Poi verro' a dirtene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, che pure il digitale ha il suo fascino [anche se non indiscreto e tantomeno borghese] ;)

      Elimina
    2. Ma anche no guarda.Sono proprio la persona sbagliata. Leggere a lungo su uno schermo mi stanca moltissimo.
      Poi sono un feticista: colleziono prime edizioni ....Figurati se mi levi la carta!

      Elimina
    3. Anche a me, però ti dirò, sui Kindle sembra proprio, nei giusti limiti, di leggere sulla carta. E se li promuove un handicappato della tecnologia come me...
      Bella la storia delle prime edizioni! Piacerebbe anche a me ma... lu sordi... troppi ce ne vogliono!

      Elimina
    4. E qui ti erri di brutto. Costano molto meno di quanto si pensi ;)
      Pirandello? Bukowsky? Pasolini? Pagati meno di un Dan Brown...
      Sai, c'è in realtà poca richiesta..

      Elimina
    5. Ah, wow. Sarà allora che ero nel giro sbagliato :-P

      Elimina
  8. In bocca al lupo e complimentissimi per questo grande traguardo!

    RispondiElimina

Ragazzi, mi raccomando, ricordiamoci le buone maniere. E se offendete, fatelo con educazione U.U