venerdì 11 aprile 2014

Le canzoni con cui sono cresciuto


Sul blog del buon vecchio [seh, vecchio dentro, semmai] Cannibal Kid si leggono diverse amenità. E poi cannibal dove, se a malapena si sarà mangiato le unghie? Vabbeh, non è questo il punto del discorso. Dicevamo, sul blog del suddetto individuo se ne leggono di cotte e di crude, ma comunque ogni tanto se ne esce con qualche simpatica idea. Come quella dei Film vergogna. Oggi invece mi appropinquo a stilare un'altra famigerata top10, stavolta a carattere musicale circa le Canzoni con cui sono cresciuto.
  E sono sicuro che il mio arcinemico avrà da dirmene anche stavolta, giacché i miei gusti da ex metallaro strideranno di certo coi suoi. Ma di musica ho sempre ammesso di essermene inteso poco e, dopo un più che fallimentare tentativo di rinnovarmi come chitarrista ai tempi delle superiori, ho deciso che sarebbe rimasta solo e unicamente una passione 'passiva'.
  Non che col resto abbia fatto di meglio, eh...
  A momenti persino Apicella può dirsi un musicista più esperto di me.
  Comunque, bando alle ciance, ed ecco qui la lista delle canzoni con le quali sono cresciuto - come da titolo - sperando di non sputtanarmi più del dovuto.
  O più di quanto abbia fatto finora con le mie recensioni.




10: La lunga estate caldissima - 883
Perché chiunque sia stato bambino negli anni Novanta è, in qualche maniera, diventato grande sentendo le canoni di Max Pezzali e dei suoi 883. E per quanto musicalmente non sia mai stato il top, ha scritto la colonna sonora per l'infanzia di molti.


9: Thunderstruck - ACDC
Solo durante la prima superiore ho iniziato ad informarmi circa quella che molti miei coetanei definivano la 'buona musica'. Perché dalle mie parti puoi anche essere appassionato dei film di Pierino o dei porno interspecie, ma se ascolti successi da radio sei feccia. Io, un po' per omologazione e un po' per interesse, iniziai con loro.


8: March of the Swordmaster - Rhapsody of fire
Per una serie di motivi che non vi starò a spiegare, entrare nei gironi della musica metal è stato uno dei più grandi errori della mia vita. C'ho anche provato a uscirne, ma una volta che sei stato metallaro, anche se per poco e molto moderatamente, lo rimani per sempre. E dato che da adolescente ero appassionato di saghe fantasy, non potevo non appassionarmi a loro.


7: Cirano - Guccini
A mio padre sarò sempre grato per una serie di cose. Innanzitutto, perché mi ha insegnato a rispettare la parola data, che il razzismo è una bruttissima cosa e che prima di giudicare qualcuno bisogna mettersi nei suoi panni - si vede che non aveva conosciuto il Cannibal. Soprattutto, mi erudì sui vecchi cantautori italiani. E questa canzone mi ha aiutato a tirare avanti in più di un'occasione.


6: Nemo - Nightwish
La passione per la musica metal andava avanti spedita, quando scoprii qualcosa di ancora più bello: le darkettone. E quindi, per unire il sano arrapamento alla passione musicale, iniziai a indagare in meandri oscuri che forse era meglio lasciar perdere. Dai, se non altro mi ha permesso di scoprire una canzone bella come questa.


5: Jawbreaker - Judas Priest
I Defender, per chi non lo sapesse, sono quei metallari (molto ignoranti) convinti che il vero metal sia morto con l'iniziare degli anni novanta, quando vennero proposte le varie contaminazioni. Io Defender non lo sono mai stato, per fortuna, ma un gruppo come i Judas Priest, storico o non storico, non si può fare a meno di non amarlo!


4: La mia parte intollerante - Caparezza
In origine a questo punto dovevano starci i Blind Guardian con The bard's song, ma ho preferito optare per questa. Perché poche altre canzoni hanno saputo ritrarre la mia vita da studente, la rabbia che provavo in quel periodo e la sensazione di essere perennemente incompreso come questa canzone.


3: Angie - Rolling Stones
Uno dei primi pezzi che ho imparato a suonare con la chitarra, un'intro fottutamente bella che mi causò molti calli sulle dita - la mano ne era già invasa, ma per altri motivi. E... nulla. Quando penso alle ragazze, mi ricollego sempre a questa canzone.


2: Warriors of the world united - Manowar
I Manowar sono stati per un lunghissimo periodo la mia band preferita. Quando li ho visti dal vivo, al Gods of Metal del 2012, una parte di me si è sentita completa. A conti fatti sono una band ignorante che ha sempre avuto poco da offrire, ma grazie a loro mi sono appassionato alla mitologia norrena e... cazzo!... quanta esaltazione al testosterone!


1: Cantico dei drogati - Fabrizio de André
Il più grande cantante, poeta, uomo, paroliere, pensatore, libero professionista, musico, filosofo che la nostra storia ha mai avuto. Ascolto le sue canzoni da sempre, anche stavolta sotto consiglio di mio padre, e l'ho sempre fatto con vanto. Perché pochi altri ci hanno saputo spingere a essere uomini migliori come lui, pochi hanno scavato nelle ipocrisie quotidiane e ancora meno hanno saputo illustrare con tale raffinatezza e sensibilità tematiche così forti e scomode. Grande Faber!

8 commenti:

  1. devo dire che è una bellissima compilation...mi sa che mi tocca tirar fuori anche la mia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma te sei un ex metallaro, doveva piacerti per forza XD

      Elimina
  2. grazie per aver partecipato al gioco, ma lista davvero pessima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prova che, oltre di cinema, non capisci una fava manco di musica :-P

      Elimina
  3. a parte gli 883, massimo rispetto, classifica notevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma loro hanno segnato l'infanzia a tutti quelli della mia generazione :-P

      Elimina
  4. Visto il remix di Fargetta del singolo (per beneficienza) di Tiziano Motti? http://youtu.be/GirOcEhfezs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, lo spam di questo schifo lo fai da un'altra parte. Grazie.

      Elimina

Ragazzi, mi raccomando, ricordiamoci le buone maniere. E se offendete, fatelo con educazione U.U